Conversazione Fatata con Cattoni Cristina: Luci, Famiglia e Felicità oltre il Palcoscenico

All’interno del ciclo di interviste “Conversazioni fatate”, incontriamo personalità che con la loro luce guidano e ispirano. Oggi, ho il privilegio di sedermi virtualmente con una di queste stelle luminose per una Conversazione Fatata con Cattoni Cristina. Questo dialogo si svolge nel cuore di un legame speciale tra me e Cristina, nato nel 2012, quando Cattoni ha incantato tutti vincendo il Concorso Miss Over 2012. Da quel momento, è diventata una mia grandissima amica nonché fervente sostenitrice del nostro marchio Xento, segnando l’inizio di un viaggio straordinario non solo nel mondo dello spettacolo ma anche in quello della moda e della bellezza.

Oggi, ci apre le porte della sua vita, condividendo le sue esperienze, i suoi trionfi, e come trova la felicità nella quotidianità.
conversazione fatata con cattoni cristina body
Cristina, da quel trionfo nel 2012 a oggi, il tuo viaggio nello spettacolo e nei social media è stato straordinario. Cosa ti ha spinto a intraprendere questa carriera e come hai mantenuto la tua autenticità nel percorso?

Iniziare nel mondo dello spettacolo è stata una sorpresa per me, un po’ fuori dagli schemi della mia vita quotidiana. È tutto iniziato per caso, ma ho deciso di affrontare questa nuova avventura con coraggio e autenticità. Il trionfo come Miss Over 2012 è stato un momento incredibile, dove ho potuto mostrare chi sono veramente sul palco, senza maschere. È stato gratificante scoprire che oltre all’aspetto esteriore, sono riuscita a trasmettere la mia energia e vitalità in modo naturale, conquistando la giuria e il pubblico. Questo mi ha aperto molte porte nel mondo dello spettacolo, ricevendo riconoscimenti per la mia capacità di comunicare e per il mio atteggiamento spigliato, anche da figure autorevoli della Rai, come da Gianna Tani e Elio Pari.

Questa nuova avventura mi ha permesso di esplorare lati di me stessa che non sapevo di avere, e mi ha regalato opportunità uniche, come partecipare a trasmissioni televisive di successo come ‘Storie vere’ e ‘I fatti vostri’. Nonostante i miei impegni come madre di cinque figli, ho saputo mantenere la mia autenticità, e questo è stato fondamentale per il mio successo.

In questa Conversazione Fatata con Cattoni Cristina, esploriamo il tema della felicità. Cosa ha il potere di illuminare la tua giornata e regalarti un sorriso?

La felicità è come una luce che illumina il mio cammino, anche se non brilla costantemente. Sono i picchi di gioia che rendono preziosi quei momenti di sorriso. Nella mia vita, ho conosciuto lacrime e sfide, ma anche momenti di pura gioia. Trovo felicità nelle piccole cose: i sorrisi dei miei nipotini, l’amore degli animali, la bellezza della natura. Perfino osservare le formiche laboriose mi riempie di gioia. La pace e il silenzio mi portano serenità, e spesso, sorrido a sconosciuti per il semplice piacere di farlo. Condividere un sorriso è un dono che arricchisce il cuore, sia chi lo offre che chi lo riceve.

Parliamo di famiglia, un aspetto così centrale nella tua vita. Come descriveresti il tuo rapporto con i tuoi figli e il nipotino, e quale impatto hanno avuto sulla tua carriera e sulla tua visione del mondo?

Il rapporto con i miei figli è stato un pilastro fondamentale nella mia vita, anche attraverso i momenti di difficoltà e di separazione che abbiamo affrontato insieme. Abbiamo imparato che la comunicazione aperta è essenziale per mantenere unità e comprensione nella famiglia. Ho sempre fatto del mio meglio per essere presente nella loro crescita, guidandoli con amore e insegnando loro l’importanza dell’indipendenza. Ho due nipotini, ognuno con la propria personalità unica che mi affascina. Nonostante i contrasti, siamo una famiglia unita che si sostiene reciprocamente.

Nessuno dei miei familiari ha ostacolato il mio percorso dopo il trionfo come Miss Over, tranne il mio ex marito, che non ha accettato i miei successi. Ho dovuto affrontare questa sfida con determinazione e ho scelto di non rinunciare alla mia dignità e libertà. Sono una guerriera di cuore e ho imparato a lottare per ciò in cui credo. La vita è una palestra per l’anima, e ho scelto di crescere e affrontare i cambiamenti con coraggio e determinazione.

conversazione fatata con cattoni cristina con i figli
Mantenersi in forma è spesso un equilibrio tra corpo e mente. Potresti condividere con noi alcune delle tue strategie per restare attiva e vigile, sia fisicamente che mentalmente?

Mantenere un equilibrio tra corpo e mente è stato sempre fondamentale per me. Lo sport è una parte integrante della mia vita sin dall’infanzia, con lo sci e il nuoto come miei primi amori. Attualmente, mi dedico al bodybuilding, una disciplina che richiede costanza, determinazione e equilibrio sia fisico che mentale. Con allenamenti intensi cinque volte alla settimana, mi impegno al massimo per raggiungere i miei obiettivi. Ma la vera sfida arriva con l’approccio alle gare, un periodo che richiede tranquillità e concentrazione per gestire lo stress e l’ansia. Nonostante le difficoltà, il palco ripaga di ogni sacrificio, regalandomi soddisfazioni uniche. È una disciplina impegnativa, soprattutto considerando la mia età, ma amo le sfide e affronto ogni ostacolo con determinazione.

Tuttavia, non mi perdo mai d’animo, consapevole che questa fase della mia vita non durerà per sempre. Nel frattempo, mi godo ogni istante del mio viaggio. Oltre all’aspetto fisico, dedico del tempo anche alla mia crescita spirituale, attraverso meditazioni e momenti di silenzio. È importante non trascurare mai il nostro io interiore, coltivando la connessione con il nostro Sé Superiore.

In questa Conversazione Fatata con Cattoni Cristina ora parliamo di skincare. Qual è la tua routine quotidiana per prenderti cura della tua pelle, e ci sono prodotti o pratiche che consideri indispensabili?
La mia skincare routine è un momento prezioso che dedico a me stessa ogni giorno. Inizio la mattina con la detersione del viso seguita dall’applicazione di siero e crema, utilizzando con fiducia i prodotti della tua azienda Xento, che mi hanno regalato risultati straordinari. Anche la sera, seguo lo stesso rituale di cura della pelle, solo con l’aggiunta di una crema notturna specifica. Questo momento di coccole non è solo un’abitudine, ma un’opportunità per apprezzare i miglioramenti che noto nella mia pelle. Credo fermamente che prendersi cura del corpo sia un atto di gratitudine verso noi stessi, e lo faccio con amore e dedizione, soprattutto a questa età, quando la cura della pelle diventa ancora più importante.
Con un impatto mediatico significativo, affrontare gli haters sui social può essere una sfida. Come gestisci le critiche e mantieni un ambiente positivo per te e per le tue figlie?

Affrontare gli haters sui social può essere una sfida, ma ho imparato a gestire le critiche in modo positivo, sia per me che per le mie figlie. Fortunatamente, le mie figlie sono cresciute nell’ambiente della moda sin da giovani e hanno imparato a gestire le sfide del settore in modo autonomo. Hanno trascorso anni preziosi lavorando nel settore, guadagnando esperienza e responsabilità senza compromettere gli studi. Questo ha contribuito a formare donne forti e consapevoli delle proprie capacità.

Personalmente, raramente incontro commenti negativi sui miei social media. La maggior parte dei feedback che ricevo sono complimenti e stima. Quando incontro individui maleducati o profili fake, li ignoro o li blocco. Capisco che spesso sono persone insicure, fragili e con bassa autostima, che cercano di proiettare le proprie insicurezze sugli altri. Preferisco non perdere tempo con loro, concentrandomi invece su commenti costruttivi e positivi.

Nel mondo dello spettacolo e della bellezza, l’evoluzione è costante. Quali progetti hai in serbo per il prossimo futuro? C’è qualcosa che puoi anticiparci, magari un’anticipazione esclusiva per i lettori di Conversazione Fatata con Cattoni Cristina?

Nel mondo dello spettacolo e della bellezza, sono sempre alla ricerca di nuove sfide e opportunità di crescita. Al momento, preferisco concentrarmi sul presente e vivere pienamente il “qui ed ora”, senza disperdere energie su ciò che potrebbe accadere nel futuro. Tuttavia, posso dirti che non ho alcuna intenzione di lasciarmi condizionare dai giudizi altrui o dagli stereotipi legati all’età. La vita è mia e la vivo come meglio credo, senza lasciarmi influenzare da limiti imposti dagli altri. Anche se il futuro rimane misterioso, ho qualche vaga idea di ciò che potrebbe riservarmi. Continuerò a competere sul palco con la stessa determinazione di sempre, perché amo sfidare me stessa e superare i miei limiti.

Vivere al meglio la propria seconda giovinezza è un tema caro a molti dei nostri lettori sopra i 50 anni. Quali consigli o pratiche consiglieresti per abbracciare pienamente questa fase della vita?
Vivere la propria seconda giovinezza è una questione di mentalità e libertà. Non mi pongo limiti nel modo di vestire o di agire, poiché credo fermamente che la giovinezza sia uno stato mentale, non un’età. Mi dedico alle attività che amo senza preoccuparmi di ciò che gli altri possano pensare. La società impone cliché e stereotipi che non rispecchiano la mia visione della vita, e io invito tutti a seguire i propri desideri nel rispetto degli altri. Il mio compagno, che è più giovane di me di 14 anni, riconosce la mia vitalità e mi considera un esempio che l’età è solo un numero. Credo fermamente che bisogna prendersi cura di sé stessi, sia fisicamente che spiritualmente, in ogni fase della vita, e questo atteggiamento mi ha permesso di vivere appieno ogni momento, senza lasciarmi condizionare da stereotipi o giudizi esterni.
conversazione fatata con cattoni cristina posa
Infine Cristina, tu hai sicuramente lasciato un segno indelebile nei cuori di molti. Riflettendo sul tuo percorso, quale impatto speri di avere avuto sulle persone che ti seguono e quale messaggio vuoi che sia la tua “eredità” per le tue figlie che stanno seguendo le tue orme nel mondo dello spettacolo?

Desidero ardentemente essere un autentico faro di ispirazione per coloro che mi seguono. Ricevere i messaggi di donne che mi considerano una fonte di motivazione e un esempio è una gratificazione senza pari. Sin dai primi passi del mio percorso, ho instillato il valore della perseveranza, sfidando il tempo e agognando i sogni più profondi. Le sfide non mi hanno mai fermato; al contrario, le ho affrontate con determinazione e coraggio, senza mai trascurare la mia personale crescita.

Ho combattuto strenuamente contro i miei demoni interiori e le fragilità, emergendo rafforzata e resiliente. Non dobbiamo mai nascondere le nostre debolezze, ma piuttosto difenderci da coloro che cercano di sminuirle. L’ego, se ben canalizzato, può divenire un poderoso motore che ci spinge a dare il meglio di noi stessi. È cruciale rimanere ancorati alla realtà e continuare ad apprendere, con lo sguardo rivolto verso orizzonti che vanno oltre la nostra comprensione.

Riguardo alla bellezza, credo fermamente nell’importanza di prendersi cura della propria pelle, e qui la cosmesi ed i gioielli Xento rivestono un ruolo imprescindibile.

Con grande gratitudine per aver condiviso la tua storia e la tua preziosa saggezza con noi, Cristina, ti ringrazio di cuore per questa straordinaria conversazione. Le tue parole risuonano con forza e ispirazione, e sono sicura che molti lettori troveranno conforto e motivazione nel tuo racconto di determinazione e resilienza.

A tutti voi, lettori cari, spero che questa intervista abbia portato un po’ di luce nelle vostre giornate e vi abbia ispirato a continuare a seguire i vostri sogni con coraggio e passione. Vi ringrazio per averci accompagnato in questa Conversazione Fatata con Cattoni Cristina e non vedo l’ora di incontrarvi di nuovo nella prossima intervista, dove condivideremo altre storie e altre fonti di ispirazione.

A presto e ricordate Xento… le Fatine portano Felicità.

Anna Suriano

IMPRENDITRICE E FOUNDER DI XENTO

Anna Suriano è una luminosa figura nel mondo dell’imprenditoria, un’autentica creatrice di stile che fonde lusso, moda e benessere. Lei e suo marito, Leonardo Buccoliero, il Capo Designer di Xento, hanno dato vita a un marchio di accessori e skincare che rappresenta l’eccellenza in termini di estetica e benessere.

La laurea in Scienze dell’Educazione è solo l’inizio del suo viaggio multidisciplinare. Anna è una visionaria appassionata di moda, con un occhio per i dettagli che va oltre l’apparenza. La sua dedizione all’eleganza è coniugata a una profonda comprensione di come i gioielli e gli elementi visivi possano influenzare il nostro benessere.

Ma c’è di più dietro questa imprenditrice. Anna abbraccia il mondo del beauty e dello skincare con la stessa passione, consapevole dell’importanza di prendersi cura di sé sia mentalmente che fisicamente. Questa filosofia riflette l’essenza stessa di Xento, il marchio che rappresenta.

La sua passione per il benessere si riflette in tutto ciò che fa. Anna è una convinta sostenitrice del pensiero positivo e della body neutrality, consapevole che la vera bellezza nasce dall’accettazione di sé stessi. Questo messaggio, veicolato attraverso ricerche e iniziative, incarna la missione di Anna di promuovere l’autostima e il benessere.

Anna incarna la sinergia tra formazione accademica e passione per la moda, il beauty e il pensiero positivo. Il suo stile di vita è un modello di innovazione nell’approccio al benessere. La sua dedizione nel coniugare moda, beauty e autostima permea ogni aspetto del suo lavoro in Xento e della sua missione di diffondere la felicità in tutte le sue forme.

Con Anna Suriano, Xento diventa un faro di eleganza, benessere e ispirazione. La sua visione e il suo impegno hanno ridefinito il concetto di stile, trasformando ogni sfumatura della vita in un’opportunità per brillare.

L’esperto ~

Risponde

Hai una domanda sul mondo del beauty, della moda e del lifestyle?

Compila il form e riceverai la risposta da uno dei nostri esperti!